Posts Tagged ‘Italia’

Prima della (s)fiducia

24 novembre 2010

Ho ritrovato nel mio Hard disk un’illustrazione che feci il giorno dopo la stravittoria del Pdl alle ultime Regionali.

Anche se fuori tempo massimo e non finita, la posto prima che votino la fiducia al Quarto Governissimo Berlusconi.

Legge la lista degli Errori di gioventù..

22 novembre 2010

Liste, liste, liste..

Se non rientrate in una lista, non siete nessuno. I quindici minuti di celebrità vi attendono, a patto che finiate in un elenco telegenico.

Ispirato dalla canzone “Luca era gay” di Povia, il cantante di CL (Comunione e Liberazione), ho messo su una mini-lista di personcine che hanno commesso dei mini-errori, a cui han saputo porre rimedio (come Luca ha rimediato alla sua omosessualità).

Alcuni esempi?

Giulio ERA mafioso..poi è guarito.

Fini:

Prima veste i panni del fascistello per una cinquantina d’anni. Poi ha rende possibile il sogno berlusconiano: evita la galera al Biscione, sostenendolo per 14 anni, spalleggiandolo per fargli ricoprire la carica di Presidente del Consiglio ed avviandolo verso quella di Presidente della Repubblica. Poi diviene l’ultimo baluardo per la Costituzione anti-fascista e difensore della Cosa Pubblica contro il malvagio tiranno col doppiopetto.

La Carfagna:

Prima zoccoleggia nei programmi pomeridiani fra le padelle e gli orecchioni di Mengacci. Poi zoccoleggia nelle stanze giuste e diventa Ministra. Poi decide di abbandonare la nave e di ritirarsi a zoccoleggiare in altre sedi.

In molti in questi anni ci hanno fornito la prova : ravvedersi, soprattutto per poter restare sulla scena, è possibile!

Papa Ratzingher da prima segue il Fürer, poi si mette sulle tracce di Dio.

Fazio potrebbe inserire questi personaggioni degni di nota in una bella listona.

La serie completa la si trova qui.

Filantropismi

22 novembre 2010

Meno di un mese fa milioni di italionzi hanno contribuito alla felicità di ben 70 loro connazionali.
E’ incredibile quanti filantropi ci siano di questi tempi, nonostante il Paese versi in condizioni economiche terribili.